Michele Serra: La calda estate dei vip

E quest'anno, dove vanno in vacanza i vip? È una domanda così stronza che ormai nessun giornalista italiano, nemmeno il più sdrucito, accetta di farsela. D'altronde, l'articoletto sulle vacanze dei vip è un genere classico del giornalismo nostrano, come l'inchiesta sul ritorno alla castità dei teen agers (sempre gli stessi, ormai sessantenni) e l'intervista a Cossiga sul codice barbaricino. Ergo, bisognerà pure che qualcuno si sacrifichi.

Rimini. I charter di miliardari russi si susseguono ininterrotti. Sono molte decine di migliaia, si va dal re della vodka al re del colbacco, dal re del caviale al re della matrioska: l'economia post-sovietica, almeno a leggere i giornali, si regge sui chioschi di souvenir. In cima alla classifica dei più ricchi, secondo ‟Forbes”, c'è infatti il re della cartolina ‟a Mosca andai e un pensiero ti mandai”, che ha appena superato il re delle pantofole di betulla intagliata. I personaggi del jet-set russo sono diventati i protagonisti incontrastati delle notti in Riviera, scalzando calciatori e veline dalle liste degli invitati di riguardo. Tra i divertimenti preferiti, ballare nudi e ubriachi nella hall dell'albergo, circondati da prostitute, sfregiando gli altri clienti con colli di bottiglia. Una vivacità che, nelle estati romagnole, mancava dai tempi d'oro dei congressi socialisti quando si riuniva la corrente di De Michelis.

Capalbio. Gli intellettuali di sinistra non sono mai andati a Capalbio, neanche vent'anni fa: l'equivoco nacque quando il solo intellettuale effettivamente presente, Giacomo Marramao, siccome si sentiva molto solo acquistò nell'unica edicola del paese tutte le copie dell'‟Unità” e del ‟Manifesto”, ordinando all'edicolante sbalordito anche i ‟Cahiers du Cinéma”. Si diffuse così la voce di una fittissima presenza di intellettuali di sinistra a Capalbio, avvalorata da inviati di giornale che scambiavano anche il benzinaio per un regista impegnato e gli facevano domande su Godard. Anche quest'anno, a Capalbio andranno solamente pizzicagnoli romani e avvocatesse fiorentine divorziate, che saranno costrette, secondo la tradizione locale, a rilasciare interviste sul Correntone.

Costa Smeralda Ormai da quarantacinque anni, l'inaugurazione del ‟Billionaire” di Flavio Briatore è l'evento più eccitante dell'estate in Costa Smeralda. Il gruppo di amici che lo anima da una vita (Alessia Merz, la sorella di Alessia Merz, le loro figlie e nipoti, i calciatori Giuseppe Meazza e Silvio Piola, ministri e sottosegretari del primo governo Moro), per raggiungere il locale deve ormai servirsi di tutori ortopedici. In una recente irruzione la Squadra Narcotici ha trovato, nell'ufficio di Briatore e sui divanetti per gli ospiti, consistenti tracce di pasta adesiva per dentiere, della quale lo stesso Briatore si è rifiutato di spiegare la provenienza. Il locale, diroccato dagli anni, è stato inserito nelle guide turistiche tra le tappe obbligate della Sardegna nuragica.

Varie. Guido Ceronetti passerà l'estate nell'unico chiosco di Torino dove servono l'anguria calda, leggendo una raccolta di epitaffi persiani. Marta Marzotto, come di prammatica, terrà aperta a tutti la sua casa di Cortina, un tempo meta di scrittori e politici, oggi soprattutto di topi d'appartamento, increduli di trovare la porta d'ingresso sempre spalancata e il buffet sempre fresco. Cesare Previti passerà le vacanze sulla barca di Marcello Dell'Utri, e Dell'Utri passerà le sue sulla barca di Cesare Previti, per depistare gli inquirenti. Silvio Berlusconi sarà prevalentemente in elicottero per spostarsi tra le sue ventinove residenze, in ognuna delle quali si farà accompagnare da una guida locale per riuscire a trovare il cesso. Veronica Lario, che come sempre fa tendenza, non abbandonerà la villa di Macherio prima di tutto perché deve nutrire personalmente le sue galline steineriane con mangime dinamico (bisogna spararlo con la cerbottana dalle finestre), poi perché sta scrivendo la biografia di Maria Latella.
Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su ...

Vai alla scheda >>

Scopri il negozio Feltrinelli più vicino a te