Michele Serra: A Bankitalia vige il diritto azteco

Ha destato grande stupore il ritorno sul set della Questione Morale, che ai bei tempi fu una star indiscussa della scena politica italiana e adesso sembra Gloria Swanson che pretende una parte da giovane eroina sulle barricate pur avendo il catetere. "La Questione Morale può anche tornare", concordano politici e imprenditori, "purché ritorni anche il cinema muto. Che si aggrappi alle tende gemendo, se le fa piacere. Basta che non faccia nomi". D'altra parte, fioccano le smentite più indignate su eventuali smagliature etiche del Sistema Italia. Facciamo il punto sulle situazioni più discusse.

Coop
Il presidente di Unipol, Giovanni Consorte, documenta in modo inoppugnabile la ricaduta positiva delle sue scalate finanziarie sul movimento cooperativo. "Gli sconti sulle pere e i sedani all'Ipercoop", spiega Consorte, "non sarebbero possibili senza i 16 miliardi di euro rastrellati in Borsa. Per non dire della nuova polizza Airbag per le massaie, con i sacchetti della spesa che si gonfiano automaticamente in caso di tamponamenti con il carrello. I consumatori, per giunta, potranno inoltrare i loro reclami (maccheroni scheggiati, padelle antiaderenti aderenti) direttamente alla nostra nuova banca d'affari di Miami, purché, naturalmente, si presentino di persona. Il nostro personale di Miami sostituirà le merci difettose, consegnando per giunta un simpatico omaggio: un poster di Che Guevara che fa la spesa". Consorte ha ricevuto i giornalisti nella nuova sala riunioni, davanti a un gigantesco affresco: una riproduzione di Quarto Stato di Pellizza da Volpedo con gli stessi protagonisti che avanzano muniti di valigetta ventiquattrore.

Bankitalia
Il governatore Fazio, applicando il regolamento della nostra banca centrale (che si rifà al diritto azteco), ha respinto le proprie dimissioni indossando un cappello piumato. In una intercettazione telefonica fatta recapitare ai quotidiani ha poi sostenuto di non avere affatto favorito le cordate italiane, bensì di avere ostacolato con ogni mezzo, compresa una sparatoria al valico del Brennero, le cordate straniere. Annunciata una grossa novità: il listino della Borsa di Milano verrà corretto ogni mattina col pennarello dal governatore Fazio in persona, per riequilibrare eventuali cifre ostili al corretto funzionamento del mercato.

Rai
Le voci su un accordo segreto (un diessino alla presidenza in cambio dei diritti del calcio a Mediaset) sono false. È vero il contrario: i diritti del calcio a Mediaset in cambio della presidenza a un diessino. I nuovi palinsesti Rai prevedono, comunque, di sostituire 'Novantesimo minuto' con 'Novecentesimo minuto', tutti i gol della serie A alle sei di mattina del lunedì. Alla radio, 'Tutto il calcio minuto per minuto' sarà sostituito da una sinfonia di Brahms interrotta in diretta dalle urla dei tifosi, senza specificare a quale gol si riferiscono, però mantenendo il tradizionale clima di entusiasmo. 'Quelli che senza calcio' sarà sempre condotto da Simona Ventura, sola in studio, inquadrata da una telecamera fissa mentre scrive le sue memorie e riassetta il guardaroba. Sempre gridando, come fa da anni, per garantire la necessaria continuità stilistica.

Ricucci
Il nuovo astro della finanza italiana, che comprando e rivendendo lo stesso bilocale più volte al giorno è arrivato a fatturare più della Fiat, ha rinunciato a completare la sua scalata al ‟Corriere della Sera” (del quale controlla, con il suo 30 per cento, la cronaca romana, l'inserto con le offerte immobiliari e gli editoriali di Panebianco). Preferisce scalare direttamente la Fiat, e ha già in mente due nuovi modelli: una Panda con idromassaggio e una Multipla monoposto. Ma la sua arma segreta è la Punto Borsa, un'utilitaria che viene venduta a prezzo maggiorato mettendo in giro la voce che vogliono comperarla anche gli altri. Smentisce di essere il prestanome di cordate politiche che vogliono restare nell'ombra: "Un'ipotesi assurda. Nell'economia moderna, semmai, sono i partiti che fanno da prestanome a quelli come me". Non esclude, in proposito, di farsi un partito personale per evitare di dovere rivolgersi, ogni volta, a illustri sconosciuti.

Galliani
Nessun conflitto di interessi tra il Galliani presidente di Lega, uomo Mediaset e presidente del Milan. Con un colpo di teatro, i tre gemelli Galliani si sono presentati ai giornalisti. Sono perfettamente identici, e hanno perfino lo stesso codice Bancomat.
Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su ...

Vai alla scheda >>

Scopri il negozio Feltrinelli più vicino a te