Michele Serra: Jesus Christ Spiderman

Che cosa ci riserva Hollywood per il 2006? Davvero non si sa cosa scegliere, nel ricco assortimento di kolossal in arrivo. Tra tutti, i nostri favori vanno senz'altro ad ‟Asteroyd”, costosa coproduzione di Steven Spielberg con la Walt Disney: un gigantesco asteroide sta per precipitare sulla Terra, e toccherà a un vecchio campione di biliardo in pensione (uno straordinario Paul Newman) deviarne il corso manovrando una gigantesca stecca-laser. Gli effetti speciali sono sbalorditivi: l'asteroide è in realtà un sassolino piccolissimo, inquadrato da molto vicino. "È pazzesco come, sullo schermo, appaia grandissimo", ha spiegato Spielberg, che non smette di stupirsi, e di stupirci, con le infinite possibilità del cinema. Lo stesso Newman, che percepirà un cachet di 100 milioni di dollari, è stato ricostruito in studio.

Il vecchio e il mare
Era una vecchia idea di Spielberg rifare questo grande classico sfruttando i nuovi, eccezionali mezzi messi a disposizione dalla tecnica. Il mare è stato ricostruito con una costosa plastica liquida, similissima all'acqua. Il vecchio, ai tempi memorabile interpretazione di Spencer Tracy, sarà una irriconoscibile Nicole Kidman, scelta per la capacità di adattarsi alle parti più disparate. Per sfondare anche sul mercato asiatico, Spielberg ha voluto rinunciare alla pesca del marlin, tipicamente americana: nella nuova versione il vecchio cattura un enorme vassoio di sushi, caduto da una nave da crociera giapponese, e pur di non lasciarlo in pasto agli squali lo divora per intero, usando i remi come bacchette. Molto suggestiva, e molto spielberghiana, la scena nella quale alcuni bambini in materassino arrivano fino alla barca del vecchio per incoraggiarlo a non mollare.

The Passion II
Incoraggiato da Spielberg, Mel Gibson sta ultimando il montaggio della ‟Passione parte seconda”. Seguendo i suggerimenti dei Cristiani Rinati, Gibson è ripartito dal finale del precedente film per concedere a Cristo, eroe buono e sfortunato, quella rivincita che la storia non ha saputo concedergli. Ed eccolo scendere dalla croce, sradicarla e usarla come una clava per sterminare i centurioni di guardia e l'intera guarnigione romana. Poi parte alla conquista di Roma, levandosi in volo e gridando "e via! più veloce della luce!". Dopo avere deposto l'imperatore (che, secondo i consulenti storici di Gibson, all'epoca era Napoleone), Gesù stabilisce la sua base logistica in Vaticano (nel film, a forma di pentagono), converte l'umanità e si insedia al governo del mondo insieme alle altre due figure della Trinità, Spiderman e Superman. Memorabile la scena nella quale Gesù, arrampicato in cima all'Empire State Building, affronta a mani nude gli aerei musulmani che cercano di mitragliarlo.

King Kong IV
È assolutamente identico a ‟King Kong III”, a sua volta similissimo al due, ma i nuovi titoli di testa, realizzati negli studios di Spielberg, sono considerati un vero capolavoro del cinema di animazione. Nella versione italiana sono doppiati da Fiorello.

Batteri
Il nuovo capolavoro della Disney segna un altro passo decisivo nella computer-graphic. La storia: un piccolo batterio, il simpaticissimo Jimmy, decide di ribellarsi al suo destino nocivo e fugge dalla provetta, in cerca di avventure. Nella narice di un'infermiera incontra un anticorpo e se ne innamora, pur sapendo che le due specie sono destinate a combattersi. Inno alla comprensione tra diversi, ambientato in pori e mucose di rara suggestione, il film, nella tradizione Disney, è accompagnato dalle musiche originali di Elton John. Destinati a diventare un hit il coro dei vibrioni e il duetto comico tra una siringa pasticciona e una chiappa indispettita.

Vacanze a Roma e a Milano
La risposta del cinema italiano sarà affidata, ancora una volta, alla fortunata coppia Boldi-De Sica. A causa dell'annunciata separazione, i due comici gireranno ciascuno le proprie scene, Boldi a Milano e De Sica a Roma, e il bravo Neri Parenti provvederà, nel montaggio, a riunirli in una sola, divertentissima pellicola. Pochissime le anticipazioni, ma secondo i bene informati pare che Boldi farà la parte di un milanese, e De Sica quella di un romano. Destinata a diventare un tormentone la battuta: "Pronto, chi pirla?".
Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su ...

Vai alla scheda >>

Scopri il negozio Feltrinelli più vicino a te