Michele Serra: Per Flavio ferragosto in convento

Dove hanno passato le vacanze i vip? Piuttosto che occuparci della questione preferiremmo finire nelle mani degli Hezbollah, ma come è noto (e come ripeto ogni estate ai miei estenuati lettori) nel contratto dei giornalisti è previsto, pena il licenziamento in tronco, che almeno un articolo all'anno, anche se ci si occupa di giardinaggio o di cinema o di Sud-Est asiatico, sia dedicato al tema: dove hanno passato le vacanze i vip? Ai sensi di legge, eccoci dunque giunti a questa umiliante corvé estiva.

Flavio Briatore
Pentito della sua vita dissipata, ha passato il Ferragosto in un convento camaldolese insieme a una velina esquimese, Nanuk, detta 'la Vergine di ghiaccio', recitando salmi e curando gli ortaggi. Si è portato un po' di lavoro arretrato da sbrigare, e insieme ai bravi monaci ripulisce i carburatori delle Renault di Formula uno con il vecchio sistema dei tempi antichi: aceto balsamico e sputo. Sta leggendo l'ultimo libro di Enzo Bianchi (iniziato a dicembre), scrive lunghe lettere alla vedova di Tiziano Terzani e piange tutto il giorno. È andato a trovarlo anche Guido Ceronetti.

Guido Ceronetti
A parte la breve visita a Briatore nel convento camaldolese, ha trascorso l'estate camminando lungo la tangenziale di Torino e istigando gli automobilisti al suicidio. Un cronista della ‟Stampa” lo contatta ogni giorno per avere brevi note da pubblicare sul quotidiano, in genere passi del Pentateuco nei quali si preconizza la fine del mondo. Nelle aree di servizio compie brevi soste per ristorarsi con acqua piovana (raccolta apposta per lui dai benzinai in grosse taniche) e corregge le bozze del suo ultimo libro, ‟Ossario”.

Poldo De Fumis
Chi non conosce il vincitore dell'ultimo Grande Fratello? Il popolarissimo Poldo, un ex barman noto per la tempestosa relazione con Christian Vieri, gira per tutte le isole Eolie con il suo gommone di venticinque metri, gonfiato a fiato per allenarsi alle future prove dei reality show, e si esibisce nelle calette nel suo numero più celebre: il recupero dell'ancora incagliata con il solo supporto di una raffica di bestemmie. Allontanato dalle autorità dell'arcipelago, è stato rintracciato da una troupe del Tg5 che, nel giorno del bombardamento di Beirut, ha dedicato il suo servizio di apertura a De Fumis che fa gli addominali al largo di Marsala.

Marilù Bangadarang
La top model del momento (padre aborigeno, madre ucraina), superate le disavventure di droga (è stata arrestata all'aeroporto di Nizza perché fiutava con insistenza i cani antidroga, eccitandosi a dismisura), trascorre l'estate in Costa Azzurra sul panfilo dello sceicco El-Kardhami, un settantacinquenne obeso con una gamba di legno e un occhio di vetro, con un patrimonio di dieci miliardi di euro. Lui le ha regalato un materassino da mare di ermellino e una gomena di brillanti per attraccarlo al porticciolo di Saint-Tropez. Lei, innamoratissima, ha lasciato il precedente fidanzato, il cantante punk Burt ‟Merda” Lopez, conosciuto in una cella di sicurezza alla Barbados.

Tronchetti Provera e Afef
Sono stati avvistati davanti all'Argentario sullo splendido quaranta metri ‟Ti sento”. Sul ‟Ti sento” il gioco di società dell'estate è mettersi a poppa e cercare di intercettare le telefonate fatte a prua, e viceversa. I giocatori più abili riescono a intercettare anche le proprie telefonate mentre le fanno.

Brigitte Bardot
Un'estate dedicata agli animali per la paladina ambientalista. Ha preso a cuore le sorti di una famiglia di babbuini e di due dee-jay di Ibiza. La sua ultima campagna, contro la crudele pratica della mungitura delle mucche, preoccupa le gendarmerie di tutte le Alpi francesi: la signora Bardot buca tutti i tini del latte con un punteruolo e viene inseguita dai cani-pastore inferociti, che azzannano tutto quello che trovano sul loro percorso. In compenso è un successo internazionale il suo ultimo libro di memorie, ‟Locuste mon amour”, il sofferto diario della sua sfortunata spedizione nel Mali per cercare di convincere gli agricoltori locali a non scacciare le cavallette affamate dai loro raccolti.

Joseph Ratzinger
Nel suo eremo valdostano, il pontefice aspetta la visita dei villeggianti in festa, che vorrebbero dedicargli cori da stadio e fargli baciare i bambini, lucidando la sua nuova doppietta.
Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su ...

Vai alla scheda >>

Scopri il negozio Feltrinelli più vicino a te