Michele Serra: Manuale di lotta e di governo

Dopo il corteo di Vicenza, la sinistra italiana ha capito che è effettivamente possibile governare e opporsi allo stesso tempo, purché il dosaggio tra i due ingredienti sia sempre in perfetto equilibrio. Il dirigente ideale è un sottosegretario di Rifondazione che sia anche sottufficiale della Nato...

Dopo il corteo di Vicenza, la sinistra italiana ha capito che è effettivamente possibile governare e opporsi allo stesso tempo, purché il dosaggio tra i due ingredienti sia sempre in perfetto equilibrio. Il dirigente ideale è un sottosegretario di Rifondazione che sia anche sottufficiale della Nato, dorma in un centro sociale occupato, nei weekend vada a pescare con Marchionne e si righi da solo la macchina durante i disordini di piazza. Allo scopo, circola negli ambienti governativi un piccolo manuale di comportamento. Ecco i passaggi salienti.

Manifestazioni
Sottosegretari e ministri possono partecipare direttamente a cortei ostili al governo, a patto che si presentino senza cravatta e spettinati, e risalgano il corteo al contrario scandendo in modo ritmato il programma di governo e stringendo la mano ai manifestanti. Le auto blu, per evitare gesti ostili, dovranno essere guidate da un autista sosia di Che Guevara e parcheggiate ad almeno cinque chilometri, e il membro del governo dovrà raggiungere il corteo a piedi, correndo, avvolto in uno striscione arcobaleno, sventolando una bandiera italiana, una americana, una palestinese e una israeliana, avendo l'accortezza di maneggiare il tutto senza inciampare.

Rapporti con la Chiesa
Ogni appartenente al governo dovrà partecipare tutte le settimane all'Angelus a San Pietro con la famiglia, però commentando criticamente, ad alta voce, il discorso del papa, e dando di gomito al vicino in segno di scherno per la pronuncia tedesca di Ratzinger. Al momento della benedizione, dovrà benedire a sua volta il papa per sottolineare la pari dignità di Stato e Chiesa. In caso di matrimonio religioso, il membro del governo dovrà farsi affiancare da testimoni dalla condotta di vita licenziosa, che mantengano un atteggiamento irridente e siano vestiti in modo sconveniente. Consigliati i riti multiculturali: il matrimonio ideale per un esponente di questa maggioranza è in Chiesa, con due mogli, vestito da pope, con il rito islamico, facendo yoga e cantando 'Bella ciao' durante l'eucaristia.

Politica estera
L'alleanza con gli Stati Uniti non è in discussione, ma va sviluppata in forme autonome e nuove. Durante gli incontri ufficiali, mentre l'ambasciatore americano sta parlando, il membro del governo dovrà ribadire la propria indipendenza di vedute fischiettando con aria distratta, o facendo il Sudoku, o mandando sms all'ambasciatore russo. La spedizione in Afghanistan sarà rafforzata, raddoppiando il contingente, ma inviando soldati con la barba lunghissima in segno di rispetto per le popolazioni locali. Ove il contingente fosse abbastanza numeroso, una metà affiancherebbe le truppe americane e l'altra metà potrà allearsi con i talebani.

Politica industriale
Un governo di sinistra non può che tornare orgogliosamente davanti ai cancelli della Fiat, come fece Berlinguer. Previsto un duro presidio al cancello dal quale entra ogni mattina Marchionne, per salutarlo di persona e complimentarsi con lui. Per meglio ribadire l'equidistanza tra Confindustria e sindacato, durante le trattative i ministri dovranno stare al centro del tavolo, in un apposito buco dal quale dovranno affacciarsi nei momenti cruciali per servire un drink sdrammatizzante. La privatizzazione di Alitalia, e le privatizzazioni in generale, saranno aperte a tutti i soggetti socialmente rilevanti: al bando di acquisto partecipano anche il subcomandante Marcos (che ha offerto 20 sacchi di caffè), la Federcasalinghe e il Piccolo Teatro di Milano.

Trasporti
Com'è possibile privilegiare le ferrovie, come sostengono gli ambientalisti, senza ostacolare la ripresa della Fiat? Per tenere insieme questo doppio obiettivo, le nuove Fiat avranno lo stesso scartamento dei treni e correranno sui binari emettendo il caratteristico, allegro fischio della locomotiva.
Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su ...

Vai alla scheda >>

Scopri il negozio Feltrinelli più vicino a te