Avere un'opinione. Sul mondo. Sull'uomo. Per sette anni Michele Serra ha firmato la rubrica "Che tempo fa" trasformando l'opinione, lo sdegno, il ritratto, l'appunto quotidiani in una grande archiviazione del presente, che ora rivela tutta la continuità e la felicità di scrittura di un potente affresco italiano di fine secolo. Seguendo la tradizione della letteratura moralista, il volume è diviso in sezioni che ironicamente (ma non solo) disegnano le molte, eterne contraddizioni dell'essere e dell'agire. Ecco allora la galleria di macchiette, burattini, facce nuove e vecchi 'curricula' della politica, ecco le tronfie nuove professionalità e la 'bétise' televisiva, ecco lo sbadiglio del superfluo e il ghigno razzista, la poesia di una notte illuminata dalle lucciole e la memoria di alcuni - pochissimi - personaggi davvero memorabili.

Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su “la Repubblica”, “L’Espresso”, “Vanity Fair”. Scrive per il teatro e ha scritto per la televisione. Ha fondato e diretto il settimanale satirico “Cuore”. Per Feltrinelli ha pubblicato, tra l’altro, Il nuovo che avanza (1989), Poetastro (1993), Il ragazzo mucca (1997), Canzoni politiche (2000), Cerimonie (2002), Gli sdraiati (2013), Ognuno potrebbe (2015), Il grande libro delle Amache (2017) e La sinistra e altre parole strane (2017).

Scopri di più >>

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 1999
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
344
Prezzo: 
7,23€
ISBN: 
9788807815515
Genere: 
Tascabili