Sono decenni che gli italiani lo sanno: il debito pubblico è un problema spaventosamente grande, tanto che sembra troppo enorme per essere affrontato. Solo Carlo Cottarelli può riuscire a raccontare in termini chiari e trasparenti come stanno davvero le cose, spiegando i concetti fondamentali senza tecnicismi e utilizzando una miriade di esempi che nascono dalla sua esperienza di dirigente al Fondo monetario internazionale e di commissario per la Revisione della spesa.
Dopo il clamoroso successo conseguito con La lista della spesa, Cottarelli torna quindi a illuminare i conti pubblici italiani, puntando l’attenzione sul debito: come si forma? Perché è così difficile ridurlo? Come mai è così importante per l’economia delle nazioni? Ci si può convivere, e in che modo? Cottarelli ha avuto esperienza diretta di molte crisi generate dal debito pubblico, come quella italiana che portò alla caduta dell’ultimo governo Berlusconi e quella greca degli ultimi anni, e può quindi illustrare rischi e opportunità delle varie, possibili soluzioni del problema: da quella più combattiva (non ti pago!) a quella più ortodossa (l’austerità), fino al cauto ottimismo di una possibile via di buon senso, fatta di credibilità, crescita e attenzione al lungo periodo.
Con scrittura precisa e vivace, questo libro guida il suo lettore con chiarezza esemplare alla scoperta di quello che gli esperti sanno (e di quello che non sanno) sul debito pubblico e sui suoi pericoli.

 

“Questo libro parla dei rischi cui l’Italia resta esposta, e dei costi che comunque affronta, per effetto del suo elevato debito pubblico. Ma non spaventatevi troppo. L’Italia non è il Titanic. Il suo destino non è segnato, purché ci rendiamo conto che davanti a noi abbiamo ancora pericoli e non solo nebbia che annuncia il sole.”

  • Un libro fuori moda, perché spiega semplicemente cose gravi che potrebbero condizionare tutti noi.

  • Una strada saggia per ridurre il debito.

  • Il macigno del debito si può ridurre. Nel libro dell'economista del Fondo Monetario le proposte risolutive per raggiungere il pareggio di bilancio.

  • Il macigno del debito si può ridurre. Nel libro dell'economista del Fondo Monetario le proposte risolutive per raggiungere il pareggio di bilancio.

  • Affronta l'enorme problema del debito pubblico (un macigno appunto) con leggerezza, semplicità e sorriso sulle labbra.

  • Ridurre la spesa, i sussidi pubblici, far pagare di più i servizi di qualità. Carlo Cottarelli spiega come liberarci del macigno che ci opprime. Per non diventare una colonia dei mercati.

  • Il dirigente Fmi ed ex commissario ai tagli Pa: subito il bilancio federale.

  • L'ex Mister Forbici parla del nostro debito pubblico. Il titolo ne definisce l'ingombro. Consiglio il libro a chi salta le notizie economiche perché troppe impervie.

  • Le parole dell'economista Carlo Cottarelli, già commissario straordinario per la revisione di spesa nominato dal governo italiano, e attualmente impegnato al Fondo monetario internazionale, sono pesanti come "Il macigno" del debito pubblico che schiaccia l'economia italiana.

  • Carlo Cottarelli torna sul luogo del "delitto": il debito pubblico italiano che ci schiaccia.

  • Ai catastrofisti in servizio permanente effettivo, Cottarelli manda a dire innanzitutto che "l'Italia non è sul Titanic", ma nello stesso tempo avverte chi si illude di poter andare avanti come sempre che la bonaccia dei bassi tassi d'interesse made in Bce "non durerà all'infinito" e che il paese è esposto al volubile umore dei mercati.

  • Spiega alla perfezione perché l'Italia affoghi in una spesa senza controllo.

  • I conti sballati della spesa pubblica italiana... Un autentico «macigno» che pende sul nostro capo.

Carlo  Cottarelli

Carlo Cottarelli

Carlo Cottarelli (Cremona, 1954), laureato a Siena e alla London School of Economics, dopo aver lavorato in Banca d’Italia ed Eni, dal 1988 al 2017 è stato nel Fondo monetario internazionale. È stato commissario straordinario per la revisione di spesa, nominato dal governo italiano, da ottobre del 2013 a novembre 2014. Già direttore del nuovo Osservatorio sui Conti Pubblici dell’Università Cattolica di Milano. Nel maggio 2018 è stato incaricato dal presidente Mattarella di esplorare l'ipotesi di un nuovo governo. Ha scritto numerosi articoli e saggi accademici. Per Feltrinelli ha pubblicato La lista della spesa. La verità sulla spesa pubblica italiana e su come si può tagliare (2015), Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene (2016) e I sette peccati capitali dell’economia italiana (2018).

Scopri di più >>

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 2016
Collana: 
Serie Bianca
Pagine: 
176
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807173028
Genere: 
Saggistica