“Dovrebbe essere una lettura d’obbligo per politici e amministratori pubblici” Sabino Cassese

Carlo Cottarelli è stato commissario straordinario alla spending review e dal suo lavoro avrebbero dovuto arrivare diversi miliardi per le esauste casse dello stato italiano. A distanza di alcuni mesi dalla fine del suo mandato, Cottarelli affida a questo libro le sue riflessioni, i suoi ricordi, le sue diagnosi per cercare di spiegare al grande pubblico uno dei grandi misteri italiani: quell’enorme calderone che è la nostra spesa pubblica. Senza tecnicismi ma non tralasciando nulla di importante, Cottarelli ci guida nei meandri del bilancio statale, facendoci scoprire man mano il grande meccanismo che regola la nostra vita di cittadini, un meccanismo di cui abbiamo solo una vaga percezione, al tempo stesso minacciosa e sfocata. Dove vanno a finire tutti i soldi che paghiamo con le tasse? Davvero spendiamo troppo per i servizi pubblici? Perché si finisce sempre a parlare di tagli alle pensioni? Sprecano di più i comuni, le regioni o lo stato centrale? Ma gli altri paesi come fanno? Un libro chiaro e autorevole, per fare le pulci alla macchina statale italiana, al di là dei luoghi comuni e delle polemiche giornalistiche: perché analizzare un bilancio statale può sembrare arido e difficile, ma con la guida giusta può diventare la lettura più acuta, sorprendente e accurata di un paese intero.

 

 

  • Un libro necessario per orientarsi non solo nei meandri del bilancio statale, ma anche nell'inteccio, questa la grande novità, tra il processo di formazione delle spesa e la politica, cioè i gruppi di pressione che decidono quando e come operare, a favore di chi e con quali strumenti.

  • Dovrebbe essere una lettura d'obbligo per politici, amministratori pubblici, professori di diritto amministrativo.

  • Un libro ricco di numeri e dati, scritto per farsi capire da tutti, quasi con intento didattico.

  • Preciso come un bisturi.

  • Un resconto analitico, ordinato, molto chiaro e accessibile, su quanto, come, per chi/cosa il settore pubblico spende i soldi degli italiani. Nonché: su aumenti/diminuzione della spesa nei diversi settori, sul come si ripartisce la spesa tra i diversi enti.

  • Non ha guardato in faccia nessuno e anche questo gli è costato caro. Le grandi linee di questo suo incredibile lavoro sono ora alla portata di tutti.

  • Leggere il libro è come fare un viaggio nel ventre della «Bestia» che succhia le nostre risorse più preziose, ma condotti da una guida esperta che ne ha già esplorato le viscere.

Carlo  Cottarelli

Carlo Cottarelli

Carlo Cottarelli (Cremona, 1954), laureato a Siena e alla London School of Economics, dopo aver lavorato in Banca d’Italia ed Eni, dal 1988 al 2017 è stato nel Fondo monetario internazionale. È stato commissario straordinario per la revisione di spesa, nominato dal governo italiano, da ottobre del 2013 a novembre 2014. Già direttore del nuovo Osservatorio sui Conti Pubblici dell’Università Cattolica di Milano. Nel maggio 2018 è stato incaricato dal presidente Mattarella di esplorare l'ipotesi di un nuovo governo. Ha scritto numerosi articoli e saggi accademici. Per Feltrinelli ha pubblicato La lista della spesa. La verità sulla spesa pubblica italiana e su come si può tagliare (2015), Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene (2016) e I sette peccati capitali dell’economia italiana (2018).

Scopri di più >>

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 2016
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
208
Prezzo: 
9,00€
ISBN: 
9788807888281
Genere: 
Tascabili