E voi? Non ne avete abbastanza di dover rispondere all’“obbligo della felicità”? Di dover sempre puntare a trarre il meglio da voi stessi? Vorreste piuttosto riuscire a perdonarvi gli errori compiuti, non vivere di rimpianti? Impegnarvi in ciò che vi conviene davvero? Ebbene, se la risposta è sì, siete sulla buona strada, perché questo è il punto di partenza della contentezza permanente, che si oppone con un no deciso alla fugace felicità.
Sulla base delle ricerche scientifiche più recenti e autorevoli, richiamando racconti di casi reali, Christina Berndt illustra ciò che distingue la contentezza dalla felicità, cosa accade a livello neurologico e fisiologico, chiarisce le dinamiche psicologiche in gioco e quali sono le influenze genetiche fin qui emerse sul nostro stato di soddisfazione. Vi porterà a scoprire da soli, con test e un programma di esercizi, su cosa vale la pena investire, come acquisire un maggiore distacco da ciò che non serve o assorbe inutili energie, fino ad arrivare a dirsi, finalmente e irrevocabilmente, contenti e soddisfatti!

Perché, nonostante l’impegno con cui cerchiamo di perseguirla, la felicità sembra sempre sfuggirci? Perché mai, per quanti consigli di esperti e coach di varia estrazione si seguano, non riusciamo a cavalcare sempre l’onda più alta, a sentirci in eterno al settimo cielo, anche quando viviamo condizioni ottimali? 

La scienza indaga da anni per trovare una risposta a queste domande e Christina Berndt restituisce qui con la sua consueta chiarezza e semplicità quanto neurobiologi, genetisti e psicologi hanno appreso in quest’ambito, incluso il fatto che non siamo fatti per essere sempre felici. L’autrice mette in guardia: la rincorsa alla felicità non ci farà felici! Meglio piuttosto puntare alla contentezza, che, a differenza della felicità, è frutto di processi mentali che si possono apprendere e allenare.

Hanno scritto del libro:

“Scientificamente fondato e davvero motivante.”

“P.M. Magazin”

“Christina Berndt torna a convincere con le sue tesi fondate, un linguaggio comprensibile, riscontri concreti e una grande capacità di immedesimarsi nell’argomento trattato.”

Annerose Kirchner, “Ostthüringer Zeitung”

“‘La contentezza viene spesso considerata una sorellastra della felicità. Questo è un errore,’ afferma Berndt, che propone un libro intelligente.”

“Mitteldeutsche Zeitung”

Christina Berndt

Christina Berndt (1969) collabora dal 2000 con il quotidiano “Süddeutsche Zeitung” nei settori della medicina, scienze della vita e società. Ha studiato biochimica ad Heidelberg. Ha lavorato per “Spiegel”, “Deutsche Presseagentur”, “Süddeutscher Rundfunk” come giornalista scientifica. Nel 2006 ha ricevuto lo European Science Writers Award, premio europeo per la divulgazione scientifica, e nel 2013 il Wächter Preis der Tagespresse, premio giornalistico tedesco, per le rivelazioni sugli scandali dei trapianti di organi. Inoltre è stata eletta tra le prime tre migliori giornaliste scientifiche del 2013. Il suo libro, Il segreto della resistenza psichica (Feltrinelli, 2015), rimasto per mesi in cima alla classifica dei bestseller dello “Spiegel”, è stato tradotto in otto lingue e nominato tra i migliori libri di divulgazione scientifica del 2014. Ancora con Feltrinelli, La scienza della contentezza. Come raggiungerla e perché conviene più della felicità (2017).

Scopri di più >>

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Giugno, 2017
Collana: 
Urra Feltrinelli
Pagine: 
208
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807090912
Genere: 
Saggistica