La storia si sviluppa nel breve lasso di tempo di un weekend, che la protagonista e principale voce narrante trascorre nella casa delle vacanze della sua infanzia in procinto di essere ceduta ai nuovi proprietari. Lei stessa confessa di essere tornata per guardarsi e ascoltare le voci dei suoi genitori. Ne nasce un intreccio di memorie solo apparentemente caotico che va a formare una genealogia degli affetti e ricostruisce minuziosamente gli universi familiari. Un fratello sordomuto nato da una relazione extraconiugale della madre, un altro fratello tornato dall’Angola, l’adorata amica d’infanzia, il matrimonio infelice, i sentimenti irrisolti, tutt’intorno una galleria umanissima di personaggi secondari e, come sempre nei romanzi di Lobo Antunes, oggetti e animali che assumono temporanee valenze antropomorfe per farsi a loro volta partecipi delle vicende umane.
Non è mezzanotte chi vuole è un romanzo sull’universo domestico dove, con arte, i fili tenui del melodramma si incrociano, facendone da contrappunto alla grande tragedia dell’esistenza.

Dopo cena scendevo sulla banchina per ascoltare le onde nel buio, pensavo indicandone una
– Quella è la mia vita
e subito dopo un’altra vita, e un’altra, e un’altra, fra non molto nessuno si ricorderà di me, la certezza di venire dimenticata mi spaventava perché, non essendo, non ero mai stata e, se non ero mai stata, chi è esistito al mio posto, chi esiste fino a oggi al mio posto, consuma il mio pasto, dorme nel mio letto, usa il mio nome e scomparirà contemporaneamente a me...

  • Con una prosa implacabile il grande narratore disorienta il lettore per riportarlo poi alla più complessa essenza della vita.

António Lobo Antunes

António Lobo Antunes

António Lobo Antunes è nato a Lisbona nel 1942. Ha esercitato la professione di medico psichiatra nell’ospedale Miguel Bombarda della capitale e ha partecipato alla guerra coloniale, in Angola, come tenente, chirurgo e psichiatra: un’esperienza che ha più volte rievocato, soprattutto nei suoi primi libri. Considerato uno degli autori europei più importanti, le sue opere sono tradotte in oltre quindici lingue. Il suo romanzo d’esordio, Memória do Elefante, è del 1979. Dalla metà degli anni ottanta si dedica esclusivamente alla letteratura. Feltrinelli ha pubblicato Trattato delle passioni dell’anima (1998), L’ordine naturale delle cose (2001), La morte di Carlos Gardel (2002), Che farò quando tutto brucia? (2004), Buonasera alle cose di quaggiù (2007), In culo al mondo (2009), Lettere dalla guerra (2009), Spiegazione degli uccelli (2010) e Arcipelago dell’insonnia (2013).

Scopri di più >>

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Febbraio, 2018
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
416
Prezzo: 
22,00€
ISBN: 
9788807032776
Genere: 
Narrativa