“Un’estate fa sono tornata a Pantelleria, dopo più di quarant’anni. Ed è stato come se avessi rivisto mio padre là, in quel mare dove era stato felice e spensierato. Quel mare che era il nostro elemento naturale. Avevo bisogno di ripercorrere anche la mia vita attraverso la sua. Per questo era necessario immergermi nei ricordi, nelle testimonianze, nei racconti di quanti hanno conosciuto mio padre. Un viaggio unico, a volte doloroso, a volte bellissimo.”
Nessuna figlia accetta di credere che il proprio padre sia un uomo triste. Questa storia inizia così, dal bisogno di capire quali erano i suoi pensieri, le sue immagini, i suoi ricordi, dalla necessità di scoprire cosa c’era davvero nell’animo di un padre che scriveva canzoni struggenti e che, a sentire amici e colleghi, aveva una vena profonda di malinconia. Un padre famoso che, forse, non si è mai lasciato conoscere fino in fondo. Un padre che non c’è più.
Ma di Sergio Endrigo rimangono i luoghi e le persone e, soprattutto, rimane la memoria di Claudia, per ripercorrere la vicenda di un uomo che ha segnato la musica italiana e che forse è stato più apprezzato all’estero che in Italia.
La bambina che nuotava con lui nel mare di Pantelleria è cresciuta e racconta una storia intima, delicata, e perciò autentica. E mostra che Sergio Endrigo non si può ridurre a uno stereotipo, che le note dolenti e meravigliose di Canzone per te e il volto corrugato di mille fotografie non bastano a fare di un padre amatissimo una maschera infelice.

“Io faccio un mestiere come un altro. C’è chi fa l’avvocato, chi l’imbianchino, io canto e questo voglio fare.”

  • Sergio Endrigo è stato un grandissimo cantautore, un musicista intimo ed elegante, un artista sensibile e colto. E una persona perbene. Troppo, forse, per l'ambiente discografico e dello spettacolo, in cui navigò con tenacia disincantata per decenni, nonostante ne detestasse regole e ipocrisie.

  • Il libro è anche esegesi di un vasto e vario repertorio musicale e poetico, che spazia tra rivisitazioni di Emily Dickinson o Pasolini, brani per bambini, il proto-ambientalismo de 'L'arca di Noè' e struggenti canzoni d'amore...

  • Pochi cantautori hanno saputo toccare vertici di poesia e umanità come accaduto a Sergio Endrigo.

  • Pochi cantautori hanno saputo toccare vertici di poesia e umanità come accaduto a Sergio Endrigo.

  • Per la prima volta la vita del cantante e poeta viene narrata in un libro. L'autrice è la figlia, che mette nero su bianco ricordi, foto e il vuoto che lui ha lasciato.

  • Una sera di tre anni fa Claudia Endrigo dà forza a un pensiero, un sogno emarginato da troppo tempo: si mette davanti a un tavolino e butta giù una pagina scritta, qualche ricordo di suo padre Sergio; così un'immagine fissata nella mente, improvvisamente diventa prosa, non solo parole in musica.

  • La biografa scritta dalla fglia Claudia rende giustizia allo chansonnier italiano. Un artista vero, perseguitato da una pessima fama. Contro cui era pronto a battersi con molta decisione.

Claudia Endrigo

Claudia Endrigo

Claudia Endrigo è nata nel 1965. Con Feltrinelli ha pubblicato Sergio Endrigo, mio padre. Artista per caso (2017).

Scopri di più >>

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Ottobre, 2017
Collana: 
Varia
Pagine: 
216
Prezzo: 
16,00€
ISBN: 
9788807492198
Genere: 
Varia