Cairo, 25 gennaio 2011. Venticinquemila manifestanti in rivolta contro Mubarak occupano piazza Tahrir. Mentre sbocciano storie d’amore e si infiamma la passione politica, un giovane attivista viene assassinato dai militari. Un delitto perpetrato alla luce del sole, eppure avvolto dal mistero. Dania, studentessa di Medicina nonché figlia del capo dei servizi segreti egiziani ‘Alwani, vede morire in piazza il suo ragazzo, Khaled. Lì ci sono anche Asma’ e Mazen. Lei è un’insegnante di inglese che si rifiuta di indossare il velo e di contribuire a un sistema scolastico corrotto. Lui è il figlio di un attivista degli anni settanta e lavora come ingegnere in un cementificio. Anche il più riluttante Ashraf, il cui appartamento si affaccia sulla piazza, si lascia coinvolgere nelle proteste. Di famiglia copta, nei giorni della rivoluzione si ritrova solo con la domestica Ikram: la moglie si è rifugiata lontano dal centro città a casa della famiglia paterna. I personaggi messi in scena da ‘Ala al-Aswani si ritrovano a un bivio e sono chiamati a compiere scelte delicate. Ma come Saturno la rivoluzione divora i suoi figli, soprattutto in una repubblica che è repubblica solo per finta.

“Credo fermamente, come te, che la nostra rivoluzione trionferà.
Sai cosa vorrei adesso?
Vorrei baciarti come ieri.”

  • Qualcuno lo ha paragonato a Guerra e pace: l'affresco di un grande fatto storico del quale è nota la fine, cionondimeno è letto e riletto.

  • I mali profondi di una società corrotta e arretrata.

  • La rivoluzione tradita in Egitto.

  • La rivoluzione tradita in Egitto.

  • 'Ala al-Aswani non costruisce personaggi manichei e spesso chi in passato rischiò e pagò per difendere i diritti civili, si ritrova al presente ad esserne l'affossatore...

  • Grande prova d'autore.

  • Un romanzo corale.

  • Un libro respinto da tutti gli editori del suo paese...

  • Un romanzo-denuncia sul ruolo dei servizi segreti contro le rivolte.

  • L'umanità di Piazza Tahrir.

  • Il più importante scrittore egiziano dei nostri anni.

  • Ambientato nei mesi incredibili della rivoluzione del 2011.

  • Un impasto di realtà e fiction sulla rivoluzione del 2011.

  • Quel 25 gennaio 2011 la rivolta di piazza Tahir...

  • Al-Aswani , acclamato romanziere egiziano, torna a piazza Tahir.

‘Ala al-Aswani

‘Ala al-Aswani

‘Ala al-Aswani è nato al Cairo nel 1957. Di professione dentista, è stato uno dei membri fondatori del movimento egiziano per la democrazia Kifaya e ha partecipato attivamente alla Rivoluzione egiziana nel 2011. La sua prima opera, Palazzo Yacoubian,  (Feltrinelli 2006), ha suscitato grande scalpore per i temi affrontati e, da allora, è il romanzo più venduto nel mondo arabo; dal libro è stato tratto un film presentato al Festival di Roma nel 2006. Feltrinelli ha pubblicato anche Chicago (2008), Se non fossi egiziano (2009), La rivoluzione egiziana (2011), Cairo Automobile Club (2014) e Sono corso verso il Nilo (2018).

Scopri di più >>

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2018
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
384
Prezzo: 
18,00€
ISBN: 
9788807033087
Genere: 
Narrativa