Michele Serra: Piedino sì, ma solo con i moon-boots

Ma come dev'essere, secondo gli ultimi aggiornamenti della morale cattolica, la vita sessuale ideale? Incrociando i veti, i suggerimenti e i precetti del cardinal Ruini, alcuni studiosi hanno ricavato un sistema matematico molto complesso, la cui soluzione appare difficilissima, ma non impossibile.
Per prima cosa, il pool di ricercatori ha immesso in un computer le molte migliaia di comportamenti, atti e pensieri considerati contrari a una corretta vita sessuale cattolica. Si tratta di circa 26 mila voci, alcune totalmente inedite e mai sperimentate nella storia dell'umanità, neanche durante la decadenza babilonese o al party per i cinquant'anni di Amanda Lear, e però tutte minuziosamente elencate nei documenti della Chiesa.

I principali divieti: sono da evitare i matrimoni misti, i rapporti prematrimoniali, i rapporti post-matrimoniali, i rapporti matrimoniali disgiunti dalla volontà di procreazione, l'erezione non coronata da matrimonio, i rapporti sessuali in posizione non ortodossa (dalla sodomia alla posizione dell'attaccapanni, dal coito a trivella a quello a centrifuga, dal classico trenino al perverso "asso di bastoni", fino al licenzioso "di chi è questo ombrellino?" in uso nei boudoir settecenteschi), la sepoltura in tombe di famiglia con loculi promiscui, la dispersione del seme e la dispersione della biancheria sul pavimento (mutande e canottiera vanno ripiegate e appese all'apposito supporto secondo i dettami indicati, già nel Seicento, dal cardinal Foppa Pedretti), l'uso del preservativo, l'onanismo, i coadiuvanti chimici, la pornografia, i pensieri impuri, la fecondazione artificiale, il tiramisù e i cibi afrodisiaci, i vestiti sconci, la biancheria intima a nolo, gli specchi in camera da letto, l'uso di frusta e manette, le fantasie erotiche, le parolacce eccitanti (tutte elencate in un esauriente documento della Cei, dal classico "sei una sporcacciona" al raffinatissimo "vorrei incontrarti in funivia e sfilarti le ghette con le racchette da sci"), abitare sopra un sexy-shop, gli occhiali da sole troppo vistosi, i mezzi guanti con le dita di fuori, le telefonate a bassa voce, la sauna, i massaggi tailandesi, le infradito, i ristoranti con séparé, fare piedino se non con i moon-boots, i calendari da elettrauto, i guanti da chirurgo, depilarsi, le vigilesse, la doccia con il vetro trasparente, i buchi della serratura troppo larghi e infine camminare nudi sul lungomare di Milano Marittima distribuendo il proprio numero telefonico ai passanti e roteando la lingua. Dopo un mese di lavoro, il computer ha fornito il seguente identikit della coppia ideale cattolica, definendola per successive stratificazioni logiche. Ecco il responso.

"Un uomo e una donna". Un uomo e una donna vergini. Un uomo e una donna vergini entrambi di Bergamo. Un uomo e una donna vergini entrambi di Bergamo ed entrambi con la barba. Un uomo e una donna vergini entrambi di Bergamo e con la barba che si fingono sordomuti tutta la vita per evitare di dire e ascoltare parole sconce. Un uomo e una donna di Bergamo eccetera che fanno sei figli in cinque anni. Un uomo e una donna di Bergamo eccetera che fanno sei figli in cinque anni e si rivolgono al consultorio per chiedere se non è possibile accorciare i tempi di gravidanza, con mezzi naturali, a soli tre mesi. Un uomo e una donna di Bergamo eccetera che copulano solo nella posizione canonica, quella detta 'a toast', ben descritta e illustrata nel manuale del cardinale Kraft, con lei sotto addormentata e lui sopra completamente inerte, per un'altezza complessiva dell'ammasso carnoso non superiore ai 25 centimetri. Un uomo e una donna vergini di Bergamo eccetera con un metronomo sul comodino, regolato sul ritmo del famoso "Requiem" dell'abate Mortimer (una battuta ogni 20 secondi) per evitare di cadere, seppure inconsciamente, nella frenesia del piacere. Un uomo e una donna vergini di Bergamo, eccetera...".
Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su ...

Vai alla scheda >>

Scopri il negozio Feltrinelli più vicino a te