Michele Serra: All'autogrill si specula su Spinoza

Anche quest'anno la stagione dei festival culturali sta facendo registrare nuovi record. Bisogni intellettuali sempre più diffusi e raffinati guidano attraverso l'Italia un pubblico nomade, così avido di cultura da improvvisare negli autogrill convegni spontanei. Nell'area di servizio di Cantagallo, la settimana scorsa, Gianni Vattimo è stato riconosciuto da un gruppo di giovani che lo ha costretto a tenere una prolusione sul tema: quanto siamo in debito con Spinoza?
A Mantova, al Festival della Letteratura, 200 mila persone sono già in coda, a piedi, dal casello dell'autostrada fino al centro storico, per assistere al dibattito ‟Il correttore di bozze: professione o vocazione?”. Al Festival della Filosofia a Modena sono esauriti già da mesi i biglietti allo Spazio Ontologico e la gente fa a pugni per prenotare una stanza nello stesso albergo di Emanuele Severino e portargli la prima colazione in camera dopo avere tramortito il cameriere. A Genova il Festival della Scienza è già in avanzata fase di allestimento, con prenotazioni da tutta Italia per lo show sugli errori di calcolo e una impressionante mobilitazione popolare contro il declassamento di Plutone da Pianeta a scherzo di natura.
Bene anche il Festival della Mente di Sarzana, concluso da un festoso torneo notturno tra telepatici e ipnotizzatori, e ottime prospettive anche per il Festival dei Saperi di Pavia, che sarà inaugurato appena gli organizzatori avranno capito di che cosa si tratta esattamente. Ma ecco, per chi non ne avesse ancora abbastanza, un breve elenco degli altri Festival in febbrile fase di preparazione lungo l'intera Penisola.

Festival della Memoria
Si svolgerà nel Triangolo Rosso (per la stessa ragione, la zona era candidata a ospitare anche il Festival della Geometria, che invece è stato poi assegnato a Portorotondo). Il Festival della Memoria si fonda sull'idea, molto attuale, che niente vada mai dimenticato. Mostre e convegni illustreranno i torti, le infamie, le meschinità e le violenze avvenute in Italia dalla caduta dell'Impero Romano ai giorni nostri, nessuna esclusa, rivangando con minuziosa pazienza anche i particolari più disgustosi e cercando di individuare i colpevoli. I discendenti delle vittime e dei carnefici potranno, dopo secoli, incontrarsi pubblicamente. Tra gli incontri più attesi, un elettrauto di Foligno e un impiegato di Pescara che hanno recentemente scoperto di discendere da guelfi e ghibellini e approfitteranno del Festival della Memoria per riprendere a massacrarsi.

Festival della Meccanica Pesante
Si svolgerà a Sesto San Giovanni. Vivissima l'attesa per gli ospiti più illustri, dall'ingegnere lituano Markus Kaulakis, inventore della pressa per petroliere in disarmo, al professor Mignariello, massimo esperto mondiale di mollettoni termoidraulici. Nelle bacheche allestite ovunque verranno esposti operai e operaie nei vestiti tradizionali. Un rocchetto di cavo d'acciaio da 12 mila tonnellate verrà fatto correre per le vie della città, e gli ospiti del Festival si divertiranno a scansarlo.

Festival dell'Eco
Le valli di Fiemme e di Fassa vivono in febbrile attesa della prima edizione del Festival dell'Eco. Gli altoparlanti sono stati collocati di fronte a imponenti pareti rocciose, in modo che ogni dibattito dell'importante kermesse, sugli argomenti più varii, possa essere ripetuto entro pochi secondi.

Festival del Metabolismo
Cuneo è in festa: scienziati e intellettuali da tutto il mondo sono in arrivo per il primo Festival del Metabolismo. Per le centinaia di migliaia di visitatori attesi ai primi di ottobre, l'intestino crasso, il pancreas e i succhi gastrici non avranno più misteri. Attesissimo il dibattito (che si prevede molto acceso) sull'assimilazione dei formaggi fermentati. Molto ambito l'autografo del professor Karl Raumberg, autore di importanti ricerche sui villi intestinali.

Festival della Minchia
Il sindaco di Catania ha interrotto sul nascere ogni possibile polemica su questa singolare kermesse culturale: "Non abbiamo scelto questo tema per volontà di provocare o di farci una pubblicità di dubbio gusto. Ma semplicemente perché, dopo l'assegnazione del Festival delle Orecchie a Fiorenzuola e del Festival della Temperanza a Camerino, era l'unico argomento rimasto libero per organizzare un Festival".
Michele Serra

Michele Serra

Michele Serra Errante è nato a Roma e cresciuto a Milano. Ha cominciato a scrivere a vent’anni e non ha mai fatto altro per guadagnarsi da vivere. Scrive su ...

Vai alla scheda >>

Scopri il negozio Feltrinelli più vicino a te